Home/innovazione 4.0/Non c’è più il futuro di una volta: cambiamenti e scelte

23 novembre 2017: manca poco più di un mese all’undicesima edizione dell’evento considerato come uno dei momenti di riferimento per le organizzazioni e per le risorse umane della Svizzera Italiana.

L’appuntamento di quest’anno ha un duplice valore: chiude la trilogia di eventi sul cambiamento e sulle scelte e apre un nuovo capitolo che guarda al futuro e alle sfide che portano con sé fenomeni disruptive come quelli che stiamo vivendo.

19 novembre 2014: il cambiamento come reazione

L’evento “niente paura” tratta, con la solita leggerezza e esaustività, la tematica dei cambiamenti congiunturali, esterni, imprevedibili o necessari: la crisi dei mercati, il passaggio generazionale, traumi fisici e morali, licenziamenti dolorosi.

2 dicembre 2015: le scelte che producono cambiamenti

La giornata “femmine contro maschi” affronta la tematica delle scelte che le donne possono trovarsi a fare nella vita: famiglia o carriera? Come emergere in realtà dove la donna non ha ancora le stesse opportunità dell’uomo? Rinunciare alla propria femminilità o valorizzarla?

Il valore di questi eventi è stato, a detta dei partecipanti, la capacità di leggere le situazioni in essere e di dare una visione prospettica di questi fenomeni.

Entrambi gli appuntamenti partivano dall’analisi di eventi di relativamente semplice inquadramento e definizione: la crisi dei mercati finanziari era conosciuta, riconosciuta e vissuta da tutti, le donne in azienda erano e sono un dato di fatto ormai da qualche decennio.

Il cambiamento era fondamentale, la scelta era necessaria e la direzione da prendere abbastanza chiara.

23 novembre 2017: quali cambiamenti e quali scelte?

L’evento di quest’anno “non c’è più il futuro di una volta” tratterà di cambiamenti veloci e di scelte dall’esito incerto.

Quali professioni sopravviveranno in futuro? Che ruolo avranno robot e intelligenza artificiale nel lavoro? Come ci alimenteremo? Quali competenze è necessario sviluppare ora, per eccellere nel futuro? Come sarà organizzata la nostra giornata?

La competenza e l’autorevolezza dei relatori ci aiuteranno a conoscere meglio i giorni che stiamo vivendo per aiutarci ad avere un’idea più chiara di come sarà il nostro futuro e delle scelte che dovremmo fare per anticipare il cambiamento o adattarci ad esso.

Solo il tempo poi ci aiuterà a capire la bontà o meno delle nostre scelte e magari, fra qualche anno, ci guarderemo attorno e ci chiederemo: dove è finito il futuro che ci siamo immaginati?

Davide Proverbio